Roma: 35enne sequestra e violenta una "lucciola"

L'episodio il 3 settembre scorso. In carcere un 35enne romano, vecchia conoscenza delle forze dell'ordine.

Avrebbe sequestrato e stuprato una "lucciola" romena di 23 anni. È successo a Roma, dove un 35enne del posto, già noto alle forze dell’ordine, è finito in manette con l’accusa di violenza sessuale, sequestro di persona e tentata rapina aggravata.

I carabinieri del Nucleo operativo della compagnia Roma Casilina hanno eseguito oggi l'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal tribunale capitolino dopo la denuncia presentata dalla prostituta.

I reati contestati all’uomo risalgono al 3 settembre scorso. Il presunto stupratore è stato identificato dopo quasi due mesi di indagini mentre si stava organizzando per lasciare l'Italia.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti l'uomo quel giorno aveva abbordato la ragazza in zona Eur, ma dopo averla fatta salire sulla sua auto invece di dirigersi in un un motel, come le aveva detto, è andato dritto verso Centocelle per poi accostare in una zona isolata e stuprare la donna.

L’uomo dopo la violenza ha tentato pure di derubare la ragazza, ma lei a quel punto è riuscita in qualche modo a divincolarsi e a fuggire. Le indagini dei carabinieri erano partite proprio dalla marca e dal modello dell’auto usata che tra l’altro è risultata intestata a una terza persona del tutto estranea ai fatti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail