Roma: spacciava cocaina dentro il cimitero di Prima Porta, arrestato 28enne

Preso in flagranza di reato un 28enne romano, sarà processato con il rito per direttissima.

Si era messo a spacciare cocaina tra i loculi del cimitero romano di Prima Porta.

Un pusher romano di 28 anni è stato beccato con le mani nel sacco ieri 2 novembre mentre, durante il giorno dei defunti, vendeva la droga al dettaglio all’interno del camposanto. Prima di entrare nel cimitero il suo atteggiamento era apparso sospetto ai carabinieri che stavano sorvegliando la zona esterna: i militari pensavano però piuttosto a un ladro di auto in cerca di qualche vettura lasciata incustodita.

In ogni caso i carabinieri hanno pedinato l’uomo dentro senza farsi notare e poco dopo lo hanno sorpreso in flagranza di reato mentre cedeva la droga ad alcuni clienti che nel frattempo avevano fatto capannello attorno a lui, in un cimitero affollatissimo per la tradizionale visita ai defunti.

Dopo l’arresto i carabinieri si sono recati presso l’abitazione dell’uomo per eseguire una perquisizione trovando altre dosi di cocaina, dosi di hashish, una pianta di marijuana nonché tutto l’occorrente per confezionare la droga da vendere. Il 28enne sarà ora processato con il rito per direttissima per l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail