Oscar Pistorius: nuove accuse per due sparatorie in luoghi pubblici

Si aggrava la posizione dell’ex atleta accusato di due sparatorie in luoghi pubblici, precedenti all’omicidio di Reeva Steenkamp

Due nuove incriminazioni aggraveranno la posizione dell’ex atleta Oscar Pistorius nel processo relativo all’omicidio della fidanzata Reeva Steenkamp e alla detenzione di munizioni illegali che si svolgerà nel prossimo mese di marzo. Pistorius dovrà rispondere all’accusa di avere sparato con armi da fuoco “in maniera imprudente e negligente” in luoghi aperti al pubblico in altre due occasioni.

Le nuove accuse a carico di Pistorius sono giunte soltanto ora perché le sparatorie non eranpo presenti nella requisitoria originale, perché avvenute nella regione di Johannesburg, mentre l’omicidio dello scorso 14 febbraio è avvenuto a Pretoria. Si tratta di accuse già esistenti che sono state “centralizzate” in un unico processo e che aggravano non poco la posizione dell’ex atleta il cui gesto omicida si configurerebbe come recidività.

Annelise Burgess, portavoce di Pistorius, ha dichiarati all’Ap che la famiglia non ha voluto commentare il caso.

Secondo i media sudafricani Pistorius avrebbe sparato una prima volta mentre era alla guida in compagnia di una sua ex fidanzata e una seconda volta in un ristorante di Johannesburg, dopo avere accidentalmanete colpito la pistola di un amico sotto un tavolo.
In totale sono circa 100 i testimoni che saranno sentiti nel processo della prossima primavera. Un processo che potrebbe portare il 26enne a una condanna che dovrebbe oscillare fra i 25 anni e l’ergastolo.

Via | The Guardian

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail