Linea Gialla ultima puntata 29 ottobre 2013

Settima puntata di Linea Gialla su La7 con Salvo Sottile


Linea Gialla: Cogne, si potrebbe riaprire il processo?


La difesa di Anna Maria Franzoni

potrebbe chiedere la revisione del processo per l'omicidio del figlio Samuele Lorenzi.

Una nuova perizia, con la tecnica del BPA, potrebbe scagionare la Franzoni e smentire tutte le ipotesi investigative tra cui il fatto che il presunto killer indossasse il pigiama e fosse posizionato sul letto ad un'angolazione minimo di 20 gradi.

Linea Gialla: Sarah Scazzi, l'omicidio in famiglia


Verità, sospetti, insinuazioni sulla morte di Sarah Scazzi per opera di Sabrina Misseri e Concetta Serrano:

Claudio Scazzi (fratello di Sarah): Non c'erano le basi per pensare che fossero loro le assassine. Sono successe cose molto spiacevoli prima e dopo gli appelli di Sabrina in tv. La Procura ha lavorato in maniera intensa per far emergere la verità. Non ho più nessun rapporto con la famiglia Misseri. Vivo a Milano, mi aspettavo un minimo di contatto per un confronto. Se avverrà.

Nelle ore successive la sparizione della quindicenne di Avetrana, la cugina ha cercato di condizionare il racconto degli altri testimoni tipo l'amica Mariangela Spagnoletti?

I protagonisti della vicenda si sono chiusi in un silenzio anormale. Lo stesso Michele Misseri, che è sempre apparso volentieri in tv, si nega ai giornalisti. In carcere, Sabrina e Cosima ricevono le lettere dello zio di Avetrana, senza pero' rispondergli.

Linea Gialla: Yara, in un sasso la chiave del mistero?


A tre anni dal ritrovamento del cadavere di Yara Gambirasio, è stata rinvenuta una pietra sporca di sangue. E se appartenesse alla ginnasta di Brembate?

AGGIORNAMENTO: è stato scarcerato, Nicola Mancuso, il presunto killer di Valentina Salamone, trovata impiccata in una villetta di Adrano nel luglio del 2010.

Linea Gialla: notte in discoteca, Rosa violentata da un militare


Rosa

ha solamente 19 anni quando, nel febbraio dello scorso anno, viene violentata da un militare, Francesco Tuccia dopo una notte in discoteca. Subito dopo, gli amici cercano di portarlo via lasciando il corpo della ragazza (ancora viva) sporco di sangue ma il gestore del locale lo blocca prima dell'arrivo delle forze dell'ordine. Lui viene condannato ad otto anni di carcere ma quasi immediatamente gli vengono concessi gli arresti domiciliari. Oggi, vive nella sua casa in provincia di Avellino ed ora collabora in un'associazione di volontariato.

Linea Gialla: Nadia, uccisa dalle amiche del cuore


Ancora senza spiegazione il delitto di Nadia Roccia, avvenuto a Castelluccio dei Sauri (FG) il 14 marzo 1998, per opera delle sue migliori amiche Anna Maria Botticelli e Filomena Sica (condannate a 21 anni di carcere dopo tre gradi di giudizio). L'hanno impiccata nel garage di casa dopo un tentativo fallito di avvelenarla con una coca cola annacquata con del topicida. Tra i moventi scartati, la presunta omosessualità della vittima, i riti satanici, un giro di prostituzione nella provincia foggiana e una mancata promessa.

Linea Gialla: gli amici l'hanno violentata, ma lei se l'è cercata?


Una ragazza di 16 anni

di un piccolo centro del modenese ha denunciato cinque compagni di scuola per averla violentata ripetutamente dopo aver bevuto e assunto sostanze stupefacenti durante una festa tra adolescenti. I ragazzi, che frequentano le scuole superiori, sono accusati di violenza di gruppo aggravata. La minorenne si sarebbe pentita secondo parecchi partecipanti al party perché schernita dai propri coetanei. Le prove? La mancanza di graffi e lividi sul corpo.

Linea Gialla: bambini scomparsi nel nulla, chi li cerca?


Denise Pipitone, Angela Celentano, Maddie Mccann, Pasqualino Porfidia

non si hanno notizie più da tanti anni. Sul ragazzino, scomparso 23 anni fa da Marcianise, c'è un aspetto inedito non ancora esaminato: una lettera anonima recapitata alla famiglia da un uomo di Roma che rivelerebbe la destinazione del bimbo:


Rosa Lasco (mamma Pasqualino): La polizia ci ha detto che sono degli sciacalli. Uno degli amici di mio figlio sa qualcosa ma non parla.

Linea Gialla: Ho regalato mia figlia Maria agli zingari


E' stata scoperta la madre naturale di Maria, la bambina bionda scoperta dalla polizia di Farsala in un campo rom. Si chiama Sasha Rusheva ed è bulgara. Ha venduto la piccola per poco più di 250 euro perché non poteva mantenerla assieme agli altri fratellini. Sono stati sospesi alcuni dirigenti dell'anagrafe locale perché avrebbe registrato la ragazzina accettando alcuni documenti falsi.

I fratelli adottivi sperano che Maria ritorni a casa (l'invitano a piangere per testimoniare il proprio malessere) ma tra le ipotesi più accreditate c'è l'adozione.

Linea Gialla anticipazioni puntata 29 ottobre 2013, gli argomenti di oggi


Stasera alle ore 21.10, Salvo Sottile conduce la settima puntata di Linea Gialla, il settimanale di cronaca targato La7. Il programma si occuperà del caso della piccola Maria: l’inviata Lucilla Masucci è andata in Grecia per raccontare la vera storia di Maria, la bambina scovata il 15 ottobre scorso in un campo rom a Farsala in Grecia, venduta dalla famiglia di origine a una coppia di rom per circa 250 euro, somma utile affinchè i genitori potessero far ritorno in Bulgaria.

Nel corso della serata sarà affrontata con collegamenti in diretta, anche la torbida vicenda di Modena in cui una sedicenne è stata violentata da cinque compagni di classe. Una semplice festa di compleanno estiva si è trasformata in un incubo che la ragazza ha tenuto segreto per mesi, ma che adesso è oggetto di accurate indagini. La trasmissione torna anche sul caso Cogne con le ultime revisioni del processo che recentemente ha visto Annamaria Franzoni, essere ammessa al lavoro esterno dal carcere di Bologna presso un laboratorio di sartoria. Su Crimeblog, il liveblogging della serata. Linea Gialla puntata 29 ottobre 2013

Linea Gialla puntata 29 ottobre 2013

  • shares
  • Mail