Brescia, uccisi i coniugi Pietro Antonelli e Alba Chiodi: fermato il figlio Marco

omicidio-coniugi-Antonelli

Risolto, dopo meno di 24 ore, il caso del duplice omicidio di Pietro Antonelli e Alba Chiodi, i coniugi di 65 e 62 anni trovati morti ieri mattina, con dei sacchetti di plastica in testa, nella loro abitazione di via Bertolotti a Gavardo, piccolo comune in provincia di Brescia.

A finire in manette, dopo diverse ore di interrogatorio, è stato il figlio della coppia, il 27enne Marco Antonelli. Era stato proprio lui a dare l'allarme quando, intorno a mezzogiorno, un amico di famiglia l'aveva contattato perché non riusciva a mettersi in contatto col padre.

Il giovane, residente nella mansarda dell'abitazione, è quindi sceso a controllare insieme all'amico. Poi la macabra scoperta e il malore da parte del 27enne, trasportato in stato di shock in ospedale.

Qualcosa, però, ha insospettito fin da subito gli inquirenti. L'ipotesi di una rapina finita in tragedia non ha trovato riscontro: tutto in casa era in perfetto ordine, nulla era stato sottratto.

Stanotte, dopo diverse ore di interrogatorio, Marco Antonelli è finito in manette, accusato dell'omicidio dei due genitori. Maggiori dettagli sull'arresto saranno resi noti nel corso delle prossime ore.

Via | Il Fatto Quotidiano
Foto | QuiBrescia

  • shares
  • Mail