Annamaria Franzoni: altro sconto di pena grazie all'indulto

Annamaria FranzoniSoltanto poco più di un mese fa la condanna a 16 anni di reclusione di Annamaria Franzoni per l'omicidio del figlio Samuele Lorenzi. Già allora potè godere di uno sconto di pena di 5 anni, essendo il minimo previsto dalla legge 21 anni. Oggi apprendiamo che la Franzoni potrà godere di un ulteriore sconto grazie al controverso provvedimento di indulto approvato il 29 luglio 2006 dal Parlamento Italiano per i reati commessi fino al 2 maggio dello stesso anno. Da 16 anni di reclusione, passerà quindi a 13.

E' stata la procura generale di Torino a richiedere l'applicazione dell'indulto all'indomani della condanna in Cassazione, oggi la richiesta è stata ratificata dalla Corte d'Assise d'Appello di Torino e quindi formalmente accolta dopo una prima bocciatura.

I giudici torinesi, alla fine del processo d'Appello, non avevano concesso l'indulto alla signora Franzoni perché - fu il loro ragionamento - era ancora sotto indagine in un secondo procedimento, chiamato Cogne Bis, e il beneficio avrebbe dovuto essere concesso solo in caso di condanna.

E' probabilmente un preludio ad eventuali ed ulteriori sconti di pena, provenienti da buona condotta, revisioni del processo e chissà cos'altro che vanno a sommarsi ad un regime carcerario da "vip" che fa storcere un po' il naso a chi vorrebbe soltanto l'applicazione della giustizia. E voi, che ne pensate?

Via | Unione Sarda

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: