Operazione Nemesi a Siracusa contro il clan Trigilia

Operazione Nemesi a Siracusa con una cinquantina ordini di custodia cautelare (quasi tutti notificati in carcere) e con qualche arresto anche in Lombardia e Marche. Colpito il clan Trigila, parte del cartello Aparo-Nardo-Trigilia legato alle cosche di Catania. Gli indagati sarebbero in totale un centinaio. Ripercorriamo due dei colpi inferti ai boss dei clan della zona negli ultimi dieci anni, motivo tra l'altro per cui gli arresti dell'operazione Nemesi sono stati pochi:

Nel 1996 arrivano le condanne per i 35 imputati nel processo Resa dei Conti: carcere a vita per il boss di Noto, Antonino Trigila, e per i famigliari Corrado e Giuseppe. Ergastolo anche per Concetto Aparo e per il boss di Lentini (a metà strada tra Catania e Siracusa), Sebastiano Nardo, sposato con una cugina di Nitto Santapaola.

Nel 1998 si chiude il processo Tauro, con quasi 400 anni di condanne per la mafia siracusana. Ergastolo per Nello Nardo e per Giuseppe Trigilia, figlio di Antonino detto Pinnintula.

  • shares
  • Mail