Arrestato per droga "Diabolik", storico capo ultrà della Lazio

Traffico di droga Spagna-Italia. In manette Fabrizio Piscitelli e altre sei persone.

Uno dei leader storici degli ultrà della Lazio, Fabrizio Piscitelli, 47 anni, detto Diabolik, è stato arrestato oggi a Roma dalla Guardia di finanza con l’accusa di essere tra i capi di un'organizzazione di trafficanti di droga attiva sull’asse Spagna-Italia.

Nel blitz di questa mattina i finanzieri hanno arrestato altre sei persone e sequestrato in tutto 500 chili di hashish, per un giro d'affari stimato in cinque milioni di euro.

Le indagini delle Fiamme Gialle erano partite dopo aver intercettato a Civitavecchia un carico di hashish (185 chili) proveniente dalla Spagna. Era il 10 dicembre di due anni fa.

Secondo gli investigatori Fabrizio Piscitelli, il 38enne Elvio Gentili e il 39enne Sergio Campana (anche loro in manette) avrebbero organizzato e gestito l'importazione della partita di hashish sequestrata a Civitavecchia.

In un'intercettazione ambientale raccolta dagli investigatori Gentili si fregiava delle sue conoscenze in ambito criminale:

«Mo te dico chi sono io! Lo conosci De Salvo Giovanni? Raffaele Pisanelli? Uccio? Quelli lì, io sto con questi qua, diglielo! Vaglielo a dire!».

I riferimenti ai nomi sono relativi a soggetti arrestati a giugno di quest'anno per l'omicidio a Torvajanica di un presunto boss della camorra, nel 2001.

Foto Via | Il Messaggero

  • shares
  • Mail