Operazione Tela del Ragno: 63 arresti contro la ‘ndrangheta Cosentina


Operazione Tela del Ragno: dalle prime luci dell’alba di oggi i carabinieri del Comando provinciale di Cosenza e del ROS hanno eseguito 63 ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico di altrettanti presunti esponenti della ‘ndrangheta cosentina.

Colpite le ramificazioni dei clan mafiosi calabresi nel Lazio, in Lombardia e in Veneto e le loro infiltrazioni nell’economia legale, nel settore degli appalti pubblici. Sono sette le cosche di ‘ndrangheta del Tirreno cosentino finite nel mirino della Dda di Catanzaro che ha coordinato l’inchiesta nella quale risultano in tutto indagate 250 persone.

Tra gli arrestati, fanno sapere gli inquirenti, ci sono presunti mandanti e killer di diversi omicidi compiuti durante la guerra di mafia che ha insanguinato il Cosentino tra la fine dei ’90 e il 2004. Si è fatta luce anche su altri due omicidi precedenti, del 1979 e del 1993, e su un delitto del 2008. Nell’operazione sono stati impiegati 550 carabinieri, elicotteri, unità cinofile e sequestrati beni, mobili e immobili, per 15 milioni di euro.

Foto | ©TMNews

  • shares
  • Mail