Ravenna, lite finisce in tragedia: Paolo Nerini ucciso dalla convivente Patrizia Pisella

Bagnacavallo

E' morto stanotte, dopo diverse ore di agonia, l'uomo che ieri pomeriggio è stato colpito al collo da un fendente sferrato dalla sua convivente, la 43enne Patrizia Pisella. La lite è scoppiata intorno alle 18 nell'appartamento di Bagnacavallo, in provincia di Ravenna, che Paolo Nerini, 51 anni, condivideva con la compagna.

Sono volate parole grosse, come secondo il racconto dei vicini accadeva da alcuni giorni, e la donna avrebbe colpito Nerini con un coccio di bottiglia, ferendolo gravemente al collo. Sarebbe stato lo stesso 51enne a correre dai vicini di casa e dare l'allarme.

Le sue condizioni sono apparse subito gravi: ha subito tre arresti cardiaci nel giro di poche ore e l'intervento chirurgico a cui è stato sottoposto durante la notte è stato fatale.

La dinamica non è stata ancora ricostruita con esattezza, ma i primi elementi raccolti dagli inquirenti sono stati sufficienti a chiedere l'arresto di Pisella con l'accusa di omicidio volontario. L'udienza di convalida del fermo dovrebbe tenersi già domani mattina.

Via | Il Resto Del Carlino

  • shares
  • Mail