Washington, arrestata trafficante nigeriana: aveva ingerito oltre 2 kg di eroina

ovulieroina_BolaAdebisi

Una donna nigeriana di 52 anni, Bola Adebisi, è finita in manette all'aeroporto internazionale di Washington Dulles per aver fatto entrare negli Stati Uniti più di due chilogrammi di eroina, racchiusa in 180 ovuli della grandezza di un pollice che aveva ingerito prima di imbarcarsi, il 14 marzo scorso, in Nigeria.

Ad insospettire le autorità è stata l'eccessiva durezza dello stomaco della donna, notata da un'agente durante un controllo di routine. E' bastata una radiografia per far emergere la verità e far scattare l'arresto.

Una volta ricoverata in ospedale, prima di essere condotta in carcere, Bola Adebisi ha espulso quello che, lo rivela la stampa locale, è il più grande quantitativo di droga mai scoperto all'aeroporto di Washington, per un valore complessivo di circa 150 mila dollari. Steve Sapp della Customs and Border Protection ha dichiarato:

Siamo rimasti sorpresi e scioccati per via del numero di ovuli ingeriti, di solito vediamo uomini grandi il doppio ingerire la la metà del quantitativo ingerito da lei. La quantità di cocaina era enorme, un vero rischio per la salute e sarebbe davvero preoccupante se questo diventasse la norma.

Via | Los Angeles Times

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: