Braccato il presunto killer della strage di Tolosa


È braccato in un appartamento a Tolosa il presunto autore della strage davanti alla scuola ebraica di lunedì. Ha 24 anni e dice di aver agito per vendicare "i bimbi palestinesi". Assieme a lui sarebbe stato arrestato il fratello. Il blitz è stato messo a segno dalle teste di cuoio francesi che hanno ingaggiato con il sospettato uno scontro a fuoco.

L’uomo, di origine algerina, è anche ritenuto l’autore degli omicidi di tre militari francesi uccisi nelle ultime settimane nel sud-ovest della Francia, a Montauban. Il ministro degli Interni francese Claude Gueant è sul posto e ha detto alla stampa che il 24enne: “Rivendica di essere un mujahedin, di appartenere ad Al Qaida, di aver voluto vendicare i bambini palestinesi e di aver attaccato l'esercito francese per la sua partecipazione alle missioni all'estero".

Gli investigatori sarebbero riusciti a risalire al sospetto killer seguendo Pc e collegamenti internet del fratello e rintracciando un rivenditore di Yamaha TMax 530 della zona di Tolosa. L'uomo ha testimoniato che "qualcuno, pochi giorni prima” della strage alla scuola ebraica “aveva chiesto come fare per disattivare il segnalatore" un microchip che permette di seguire e geolocalizzare gli spostamenti del mezzo che sarebbe stato utilizzato per la strage e per gli omicidi dei tre militari.

Il resto è cronaca di queste ore, il blitz non è ancora concluso.

Foto | ©TMNews

  • shares
  • Mail