Processo a don Riccardo Seppia: udienza aggiornata al 19 aprile


Udienza aggiornata al 19 aprile per don Riccardo Seppia, l’ex parroco di Sestri Ponente, Genova, finito in carcere nel maggio scorso con le accuse di tentata violenza sessuale su minori, tentata induzione alla prostituzione minorile, cessione di droga a minori. L’accusa ha chiesto per il sacerdote una condanna a 11 anni e 8 mesi.

Il legale di don Seppia - avvocato Paolo Bonanni - nella sua arriga durante l’udienza di ieri ha chiesto l’assoluzione dai primi due capi imputazione e, per l’ipotesi della cessione di cocaina, la pena minima.

Il processo si sta svolgendo con il rito abbreviato. Per questa ragione la difesa del religioso si è opposta alla richiesta del Pm Stefano Puppo di qualificare il reato di tentata induzione alla prostituzione come «consumato».

Nel procedimento abbreviato - secondo le argomentazioni l’avvocato Bonanni - non si può modificare il capo di imputazione in senso peggiorativo. Nella prossima udienza saranno in aula anche i tecnici della polizia postale che hanno analizzato le foto nel computer di don Seppia: dovranno chiarire se sono file da scaricamento o da consultazione.

Foto | ©TMNews

  • shares
  • Mail