Perugia, rapina in villa: fermati i due presunti assassini di Luca Rosi

LucaRosi

Il comandante provinciale dei carabinieri di Perugia, Angelo Cuneo, ha appena comunicato che i due cittadini romeni arrestati questa mattina a Gorizia in relazione con la rapina nella rapina di Resina del 3 febbraio scorso sono anche i responsabili dell'omicidio di Luca Rosi, il bancario di 38 anni ucciso la sera del 2 marzo a seguito di una rapina.

In quell'occasione, con modalità simili alla rapina del mese precedente, i due banditi si introdussero in una villetta isolata in strada San Fortunato, a Ramazzano, frazione di Perugia, minacciando le persone presenti di consegnar loro soldi ed oggetti di valore.

Luca Rosi, per proteggere la sua compagna dalla violenza sessuale che stava per subire da parte di uno dei banditi, si è scagliato contro di loro. A quel punto uno dei malviventi ha sparato, colpendolo con 4 colpi ed uccidendolo all'istante.

Ora i responsabili - due romeni di 20 e 30 anni - sono finiti dietro le sbarre insieme al presunto basista, un ragazzo di 27 anni, arresto qualche giorno fa.

Via | Perugia Today

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: