Processo Sarah Scazzi, ottava udienza: saranno ascoltati altri 9 testimoni dell’accusa

sarahscazzi2010

Nuova ondata di interrogatori, questa mattina davanti alla Corte d'Assise di Taranto, per l'ottava udienza del processo di primo grado per l'omicidio di Sarah Scazzi, la 15enne di Avetrana uccisa il 26 agosto dello scorso anno. Oggi, dopo i vicini di casa sentiti l'ultima volta, tocca ad altre nove persone.

Tra i primi ad essere sentiti ci sono i parenti delle sorelle Serrano - Concetta, madre della vittima, e Cosima, accusata insieme alla figlia Sabrina Misseri di concorso in omicidio volontario, sequestro di persona e soppressione di cadavere: Battista Serrano, Giuseppa Serrano, Ada Maria Serrano.

Il primo ha già rivelato un dettaglio mai emerso finora. La mattina del 15 ottobre 2010, intorno alle 3.30, uscì di casa per andare a lavoro e vide Ivano Russo e Sabrina Misseri davanti all'abitazione di quest'ultima. Per un attimo uscì pure Cosima Serrano, vestita come se stesse per andare da qualche parte.

Questa circostanza appare piuttosto misteriosa, non solo per l'orario inusuale dell'incontro, ma anche perchè nessuno dei diretti interessati ne aveva mai fatto parola con gli inquirenti. Che stessero nascondendo qualcosa? Da notare, inoltre, che la giovane Misseri sarebbe stata arrestata di lì a poche ore.

Più tardi sarà la volta di alcuni abitanti di via Deledda, la via in cui si trova l'abitazione dei Misseri: Livia Olivieri, Oronzo Dimitri, Bruno Scarciglia, Marianna Cucci, Carmelo Sacco e Cosimo De Vanna, gestore di un pub di Erchie frequentato dalle due cugine.

Via | La Gazzetta Del Mezzogiorno
Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: