Fiumicino, arrestato il latitante Manuel Brunetti: uccise una guardia giurata

Manuel Brunetti è stato arrestato oggi a Fiumicino dopo oltre 4 anni di latitanza: deve scontare 16 anni di carcere per l'omicidio della guardia giurata Umberto Concilio.

Era ricercato dal 2009, da quando, il 18 gennaio di quell'anno, uccise a colpi di pistola la guardia giurata Umberto Concilio. Oggi, quasi cinque anni dopo, il latitante Manuel Brunetti è stato assicurato alla giustizia.

Il giovanissimo, 22 anni appena, è stato identificato e bloccato all'aeroporto di Fiumicino. Era appena rientrato in Italia dalla Spagna dove aveva trascorso alcuni giorni in vacanza insieme alla famiglia. Viaggiava con un documento falso, ma questo non ha impedito alle autorità di identificarlo come il killer di Concilio.

Brunetti, presunto membro di quei gruppetti di criminali che agiscono come cani sciolti nel centro di Napoli, era ricercato in ambito internazionale proprio per l'omicidio dell'uomo, reato per il quale è già stato condannato a 16 anni di carcere.

La guardia giurata fu uccisa mentre era in servizio davanti a una banca nel centro di Napoli. Il delitto non fu mai spiegato: gli inquirenti ritengono che Brunetti, minorenne all'epoca dei fatti, abbia freddato Concilio per uno sgarro commesso nei suoi confronti, ma sarà l'interrogatorio del giovane a fare un po' di chiarezza sulla vicenda, sempre che decida di parlare.

L'arresto è stato compiuto dagli agenti della Squadra Mobile di Napoli e del Servizio Centrale Operativo, coadiuvati dalla Polizia di Frontiera.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail