Cagliari, pensionato uccide il figlio a fucilate

Escolca. Il pensionato Ezio Murtas è stato arrestato con l'accusa di aver ucciso il figlio Matteo a colpi di fucile.


Era esasperato dal comportamento del figlio, il 40enne Matteo Murtas, disoccupato, pregiudicato e tossicodipendente, e nel corso dell'ennesimo litigio ha preso il fucile calibro 12 regolarmente detenuto e ha aperto il fuoco contro il figlio, uccidendolo.

La tragedia è avvenuta intorno alle 10.30 in un appartamento di via Vittorio Emanuele a Escolca, comune di 600 abitanti in provincia di Cagliari. I rapporti tra padre e figlio, secondo quanto ricostruito, si erano deteriorati da tempo e le continue richieste di denaro da parte di Matteo erano continue fonti di liti e accese discussioni.

Stamattina l'ennesima lite, forse proprio in seguito a una richiesta di denaro da parte del figlio. A quel punto, il raptus. Ezio Murtas, pensionato di 79 anni, ha estratto il fucile e freddato il figlio. All'arrivo dei soccorsi non c'era più nulla da fare.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Isili che non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell'uomo e trarre in arresto l'anziano genitore con l'accusa di omicidio volontario.

  • shares
  • Mail