Perugia, rapina in villa con stupro: caccia a due malviventi

Resina

Attimi di puro terrore, venerdì sera, in una villetta isolata di Resina, frazione di Perugia, dove due uomini armati e col volto coperto hanno compiuto una rapina e violentato una donna di 50 anni presente nell'abitazione.

I due, tuttora ricercati, sono entrati in casa intorno alle 22.30 ed hanno minacciato la donna, una 50enne originaria del sud America, per sapere dove fosse la cassaforte. L'unico a poterla aprire, però, era il proprietario, assente in quel momento.

A quel punto i due criminali hanno deciso di attendere il suo ritorno. Nel frattempo, però, uno dei due ha portato la donna in una taverna sottostante e l'ha violentata, mentre la nipote 14enne veniva tenuta in un'altra stanza.

All'arrivo del proprietario e della sua compagna, figlia della donna violentata, i banditi si sono fatti consegnare la chiave della cassaforte ed hanno legato tutti i presenti coi fili dei caricabatteria dei telefoni cellulari. Poi, dopo aver prelevato contanti ed oggetti di valore - per un valore di circa 20 mila dollari - sono fuggiti.

Il proprietario è riuscito a liberarsi e a dare l'allarme, ma i due criminali, descritti come provenienti dall'est Europa, sono riusciti a far perdere le loro tracce. Le indagini sono condotte dai carabinieri del comando provinciale di Perugia.

Via | Il Giornale

  • shares
  • Mail