Scoperti 4.933 evasori totali: nel 2013 nascosti 17,5 miliardi al Fisco

In otto mesi sequestrati anche 64 milioni di prodotti contraffatti e scoperti oltre 20mila lavoratori irregolari.

La Guardia di Finanza ha reso noto il bilancio del suo operato nei primi otto mesi del 2013. Ebbene dai dati forniti, risulta che le Fiamme Gialle hanno scovato ben 4933 evasori totali, di cui 1.771 sono stati denunciati per vari reati, nei casi più gravi per omessa dichiarazione dei redditi. E i redditi nascosti al Fisco ammontano a 17,5 miliardi di euro.

A questi numeri vanno aggiunti quelli del lavoro irregolare. In particolare, 3.233 datori di lavoro non hanno fatto le cose in regola per 19.250 lavoratori e di questi poco meno della metà, cioè 9.252, sono stati impiegati totalmente in nero.
Le Fiamme Gialle hanno individuato numerosi casi di "caporalato" soprattutto nei confronti di immigrati e clandestini, costretti a lavorare sottopagati e in precarie condizioni igienico-sanitarie, per non parlare del mancato rispetto delle norme di sicurezza.
Uno dei casi più gravi è quello di un'azienda torinese che non solo ha occultato 24 milioni di euro, ma ha anche simulato una crisi e ha lasciato senza lavoro 60 dipendenti.

C'è poi un altro capitolo nel bilancio delle attività della Gdf, quello relativo alla contraffazione: in questi otto mesi sono già stati sequestrati 64 milioni di prodotti tarocchi e 5mila persone sono state denunciate per questo reato, tra queste 50 sono state già arrestate perché affiliate alla criminalità organizzata.

34 milioni di prodotti contraffatti sono stati ritirati da mercato e altri 27 milioni si sono rivelati pericolosi e tre milioni sono di falsi made in Italy. Grazie alle 6.500 operazioni condotte dalle Fiamme Gialle contro la contraffazione sono stati sottratti all'economia criminale circa 700 milioni di euro e sono state scoperte 400 imprese illecite che erano state adibite a depositi e opifici.

  • shares
  • Mail