Roma: maxi sequestro di marijuana al Casilino, 4 arresti

Gli arrestati avevano organizzato la coltivazione di marijuana come un’azienda agricola per la produzione di granturco. Sequestrate 46 tonnellate di droga.

Maxi sequestro di marijuana questa mattina a Roma, in zona Casilino, dove la polizia ha individuato e quindi sequestrato qualcosa come 87mila piante di canapa indiana, una mega piantagione per un totale di 46 tonnellate di droga circa.

Lo stupefacente era praticamente pronto per essere immesso sul mercato, con tanto di etichette per distinguerne la tipologia: "Relax" e "Big devil".

L’operazione è stata messa a segno dagli uomini del reparto volanti della questura capitolina in un terreno agricolo con annesso casale, in via Lunano, dopo che un elicottero della polizia aveva sorvolato l’area per valutare l'estensione della piantagione (3,5 ettari di terreno).

Quattro persone tra i 21 e i 46 anni, tutte originarie della provincia di Vibo Valentia, sono finite in manette per l'accusa di produzione e traffico di sostanze stupefacenti. Gli arrestati avevano organizzato la coltivazione come un’azienda agricola per la produzione di granturco, graminacea che raggiunge un’altezza utile a nascondere la crescita delle piante di marijuana.

I poliziotti hanno sequestrato oltre al terreno agricolo, un casale e un capannone adiacenti. E ancora teloni termici, filari per l'essiccazione, trita erba, bilance e un macchinario per il confezionamento sottovuoto dello stupefacente mentre le indagini proseguono alla ricerca di altri eventuali complici degli arrestati.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail