Lady Diana, torna l'ipotesi omicidio: Scoltand Yard sta valutando nuovi elementi

Scotland Yard è in possesso di nuovi elementi sulla morte di Lady Diana, informazioni che sembrerebbero provare che si trattò di omicidio, come sempre vociferato e mai accertato.

Sono passati cinque anni dall'archiviazione della mega inchiesta sulla morte di Lady Diana, deceduta in un incidente stradale a Parigi il 31 agosto 1997 insieme al nuovo compagno Dodi al Fayed, ma Scotland Yard potrebbe presto rimetter mano alle carte grazie a nuove informazioni giunte negli ultimi giorni.

I servizi segreti hanno preferito non rivelare alcun particolare sui nuovi elementi, ma secondo Sky News si tratterebbe di importantissime rivelazioni in arrivo dai suoceri di un ex soldato passate attraverso la Royal Military Police.

Le accuse sono pesantissime: la Principessa del Galles, al Fayed e l'autista Henri Paul sarebbero stati uccisi da un membro delle forze speciali britanniche. La stampa più sensazionalista e meno informata sta già parlando di riapertura delle indagini, ma su questo punto a Scotland Yard sono stati molto chiari:

Non è un indagine e non fa parte dell'Operazione Paget (l'indagine parallela della polizia metropolitana inglese, n.d.r.)

I nuovi elementi, per stessa ammissione di Scotland Yard, sarebbero giudicati "rilevanti e credibili", ma l'analisi degli stessi è ancora ad uno stadio iniziale e parlare già di riapertura delle indagini è decisamente prematuro.

Le indagini ufficiali, lo ricordiamo, si erano concluse con la certezza che la morte di Lady Diana fu provocata dalla guida negligente dei veicoli che stavano seguendo l'auto su cui stavano viaggiando la Principessa e il compagno e dalla guida dello stesso autista, Henri Paul.

Via | The Guardian

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: