Reggio Calabria, violenta e mette incinta la sorella disabile: arrestato Daniel Sebanescu

Bovalino

Per almeno sei anni ha abusato sessualmente della sorella con gravi difficoltà motorie , da quando era minorenne fino al compimento dei 23 anni, poi è finito in manette quando la vittima è rimasta incinta e non è stato più possibile mettere a tacere la verità.

E' accaduto a Bovalino, comune di 10 mila abitanti in provincia di Reggio Calabria. Daniel Sebanescu, cittadino romeno di 31 anni, sposato e padre di due figli, è stato arrestato ieri dalle autorità locali che da tempo stavano indagando sulla vicenda: è bastata la conferma da parte dei medici che hanno visitato la giovane vittima per far scattare le manette.

Gli abusi sarebbero avvenuti nell'abitazione che Adelina, questo il nome della vittima, condivideva con la madre. Stando ai primi accertamenti sembra che la donna fosse al corrente di tutto e che, di fronte alla notizia della gravidanza, avrebbe detto alla figlia: "Volevi tanto un figlio, adesso lo avrai".

Il 31enne, lo conferma Ntacalabria, è già stato condotto presso la Casa Circondariale di Locri a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Deve rispondere all'accusa di violenza sessuale continuata su persona disabile e incesto.

La vittima, invece, è stata allontanata dalle madre ed è seguita dai servizi sociali e dagli stessi agenti del Commissariato. E' al quinto mese di gravidanza ed ha deciso di tenere il bambino. Si legge sul Corriere Della Sera:

Le condizioni fisiche, ma anche economiche della ragazza non consentirebbero però alla giovane di poter portare a termine la gravidanza. Del caso si sta occupando la magistratura di Locri: il sostituto procuratore Rosanna Sgueglia ha chiesto ai servizi sociali una relazione dettagliata ed ha affidato a un perito medico la valutazione sulle condizioni fisiche e psicologiche della giovane. Adelina è maggiorenne e non è interdetta quindi la valutazione sull’ipotesi di interrompere la gravidanza spetta comunque esclusivamente a lei.

Via | Ntacalabria

  • shares
  • Mail