Treviso, aggredisce l'ex moglie a colpi d'accetta: arrestato Stefano Rizzo

Alla base del folle gesto sembra ci fossero le continue liti per gli alimenti che l'uomo si ostinava a non pagare nonostante l'ordine del tribunale.

E' finita ieri in provincia di Treviso, dopo tre interi giorni, la fuga di Stefano Rizzo, l'uomo di 54 anni ricercato in tutta l'area per aver aggredito a colpi d'accetta l'ex moglie Gianangela Gigliotti al termine di una lite per motivi economici.

L'uomo, padre di un ragazzo di 22 anni, Federico, che ha contribuito in prima persona alle ricerche del genitore latitante, si era dato alla fuga subito dopo quella brutale aggressione e si era rifugiato nella casa di alcuni parenti ad Arcade, nel Trevigiano.

Rizzo è già stato condotto in carcere con l'accusa di tentato omicidio, mentre la sua ex moglie è ancora ricoverata in gravi condizioni in ospedale a Treviso per le profonde ferite riportate ad una mano, alla schiena e alla testa.

E' ancora al vaglio degli inquirenti, invece, la posizione dei parenti che avrebbero coperto la fuga di Rizzo e gli avrebbero messo a disposizione l'appartamento. Per loro l'accusa potrebbe essere quella di favoreggiamento.

  • shares
  • Mail