Falso cieco giocava a carte: scoperto, deve restituire 200mila euro

A Mentana, un 74enne ha incassato 27 anni di pensione di invalidità fingendosi cieco

Giocava alle carte con gli amici. Assisteva divertito a rassegne di auto d’epoca. Peccato che il 74enne di Mentana, in provincia di Roma, fosse, per lo Stato e per l’Inps, cieco, affetto da una “degenerazione corioretinica di origine miopica” che dal 1986 aveva giustificato l’elargizione della pensione di invalidità e di una indennità di accompagnamento. Ventisette anni in cui, grazie a una patologia agli occhi certificata dall’Inps, l’uomo, denunciato dalla Guardia di Finanza per truffa aggravata ai danni dello Stato e all'istituto di previdenza, aveva indebitamente intascato 200mila euro che dovrà ora restituire.

Gli investigatori hanno raccolto numerose prove fra cui una serie di filmati nei quali, appunto, l’uomo giocava alle carte selezionandole con cura per le mosse successive oppure andava ad assistere a rassegne di auto d’epoca. Inoltre era autonomo negli spostamenti, senza l’ausilio di accompagnatori, bastoni o cani-guida. Con questi espedienti l’uomo è stato messo di fronte alle proprie responsabilità e dovrà ora risarcire il maltolto.

Via | Sole 24 Ore

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail