Agguato a Oliena: Thomas Bettarelli è clinicamente morto

Tentato omicidio nel nuorese. Contro Thomas Bettarelli, figlio di un ex maresciallo dei carabinieri, ieri sera sono stati esplosi tre colpi di fucile.

Thomas Bettarelli non ce l’ha fatta, i medici lo hanno dichiarato clinicamente morto nella giornata di oggi. Le condizioni del giovane erano apparse subito disperate, purtroppo l’intervento chirurgico si è rivelato inutile. Dopo l’accertamento delle morte cerebrale i sanitari hanno chiesto l’espianto degli organi, concesso dai familiari del ragazzo.

Intanto gli investigatori sono al lavoro per ricostruire le frequentazioni di Thomas, alla ricerca di qualche indizio o episodio che possa indirizzare le indagini sull’omicidio.

Oliena: 26enne ferito a fucilate in un agguato


Agguato ieri sera a Oliena, nel nuorese, dove un giovane di 26 anni, Thomas Bettarelli, è stato raggiunto da colpi di fucile al fianco e alla testa. Il ragazzo è stato operato d'urgenza e si trova adesso nel reparto di rianimazione dell’ospedale San Francesco di Nuoro. Verserebbe in gravi condizioni, in lotta tra la vita e la morte.

L'agguato è avvenuto intorno alle 22.30. Bettarelli stava tornando a casa in auto ma ad attenderlo, a pochi metri dall’abitazione, nascosto dietro una grossa vettura, c’era il killer: fucile in mano, appena ha visto Bettarelli abbastanza vicino ha aperto il fuoco. Una delle fuciliate ha colpito l’auto del 26enne, una Giulietta bianca, lato passeggero, le altre sono andate a segno.

Bettarelli è figlio di un ex maresciallo dei carabinieri e in passato aveva gestito un bar a Nuoro. I rilievi dei militari dell’Arma del capoluogo sono proseguiti per tutta la notte mentre sul movente del tentato omicidio nessuna ipotesi è stata ancora formulata. Si indaga a 360 gradi, sotto la direzione del colonnello Vincenzo Bono.

© Foto TMNews

  • shares
  • Mail