Palermo, prostituzione minorile: fermato l'ex parroco Aldo Nuvola

Seconda inchiesta che vede protagonista l'ex sacerdote Aldo Nuvola. Stavolta l'uomo è stato fermato con l'accusa di abusi sessuali ai danni di minore.

Era già stato condannato per molestie sessuali nei confronti dei minori e atti osceni e a poco più di un anno dalla condanna in primo grado è nuovamente finito nel mirino della giustizia. Aldo Nuvola, ex parroco ed ex insegnante di religione a Palermo, è stato fermato ieri con accuse simili: abusi sessuali su minorenni.

La nuova inchiesta è partita durante le indagini sull'omicidio di Massimo Pandolfo, ucciso lo scorso 24 aprile. Un adolescente, coinvolto nel delitto, ha fatto emergere un giro di prostituzione minorile di cui secondo gli inquirenti avrebbe fatto parte anche lo stesso Nuvola.

E così, dopo ulteriori accertamenti, è scattato il fermo. L'ex parroco, condannato a 1 anno e sei mesi di carcere, secondo quanto ricostruito avrebbe adescato un minorenne e gli avrebbe offerto denaro in cambio di prestazioni sessuali.

Se la scorsa volta era riuscito a evitare il carcere - era stato condannato e la pena era stata sospesa - stavolta per Aldo Nuvola si sono aperte le porte del carcere, almeno in attesa che venga fatta chiarezza sulla sua posizione. L'uomo si trova ora nel carcere Pagliarelli di Palermo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail