Traffico di farmaci: sequestrati antitumorali a Fiumicino

Due trafficanti di farmaci se le sono cavata con una denuncia per i reati di importazione clandestina di medicinali e traffico internazionale di medicinali contenenti sostanze stupefacenti.

Sono oltre 2.100 le confezioni di un farmaco antitumorale e di uno stimolante sequestrate questa mattina all'aeroporto di Fiumicino dalla Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Roma, coadiuvata dal Servizio di vigilanza antifrode dell'Agenzia delle dogane.

Su un aereo in arrivo dall'Egitto è stato infatti intercettato un cittadino serbo nei cui bagagli sono stati trovati più di 2.000 pezzi di "Kamagra", alternativo al "Viagra", e 100 confezioni di "Oncofluor", il tutto senza le necessarie autorizzazioni per l'importazione e la vendita in Italia.

Sempre stamattina un altro carico di medicinali che si cercava di far entrare nel Paese, ancora senza nessuna autorizzazione del Ministero della salute, è stata sequestrata a un cittadino indiano proveniente da Delhi. L’uomo aveva con sé una ventina di flaconi di "Corex", uno sciroppo contenente morfina, e 35.000 capsule di "Spasmo Proxyvon" un antispastico non di rado utilizzato dai tossicodipendenti.

I due trafficanti di farmaci se le sono cavata con una denuncia a piede libero alla Procura della Repubblica di Civitavecchia per i reati di importazione clandestina di medicinali e per traffico internazionale di medicinali contenenti sostanze stupefacenti. I farmaci sequestrati ora verranno analizzati presso il laboratorio merceologico dell'Agenzia delle dogane.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail