Serial killer degli anziani: Angelo Stazzi condannato a 24 anni per l'omicidio di Maria Teresa Dell'Unto

angelo stazzi

E' arrivata oggi la prima condanna per Angelo Stazzi, l'ex infermiere di 66 anni sospettato di aver ucciso, tra il gennaio e l’ottobre 2009, almeno 7 anziani - 5 uomini e due donne - nella casa di riposo Villa Alex di Sant’Angelo Romano dove lavorava come infermiere.

La III Corte d'Assise di Roma l'ha condannato a 24 anni di carcere per un altro delitto, quello della collega Maria Teresa Dell'Unto, uccisa il 29 marzo 2001 e ritrovata 8 anni dopo sepolta nel giardino dell'abitazione di Stazzi a Montelibretti.

L'uomo, reo confesso, ha sempre sostenuto che si trattò di un tragico incidente: stava litigando con la donna quando questa perse l'equilibrio e batté la testa su uno spigolo, morendo sul colpo.

I giudici, però, non gli hanno creduto e l'hanno condannato per omicidio volontario. Prescritta, invece, l'accusa di occultamento di cadavere.

Il movente del delitto è di natura economica, come confermato nel corso del processo. Si legge sul Messaggero:

La donna, infatti, aveva prestato in diverse occasioni soldi al collega, un amico di vecchia data con il quale forse era legata anche da un rapporto sentimentale. L'uomo negli anni l'aveva completamente soggiogata, in un rapporto fatto di richieste continue di denaro e prestiti. Quella mattina, però, Maria Teresa aveva deciso di dire basta, ma la situazione è drammaticamente precipitate e Stazzi, forse al culmine di una furibonda lite, l'ha uccisa.

Angelo Stazzi, già in carcere per l'ordine di custodia cautelare emesso nell'ambito delle indagini sugli omicidi degli anziani, dovrà anche risarcire i quattro familiari della vittima: i giudici hanno fissato una provvisionale complessiva di 80 mila euro.

Via | Il Messaggero

  • shares
  • Mail