‘Ndrangheta, 45 arresti al Sud e in Piemonte

Nella notte due grandi operazioni di polizia contro la ‘ndrangheta: 38 arresti al Sud e 7 in Piemonte

Sono 38 le persone arrestate nel corso di una vasta operazione dei carabinieri di Cosenza effettuata fra la Calabria e le province di Bari, Matera, Terni e Salerno. L’accusa è di associazione mafiosa, sequestro di persona, detenzione e porto di armi, estorsione, rapina, corruzione, turbativa d’asta, turbata libertà del procedimento amministrativo, concussione, falso e istigazione alla corruzione. Fra gli arrestati vi sono Pasquale Basile, sindaco di Scalea, e 5 assessori della sua giunta. Il sindaco, eletto in una Lista Civica, è accusato di associazione mafiosa.

In contemporanea con l’operazione compiuta nelle quattro regioni del Sud Italia, le squadre mobili di Torino, Novara e Biella, in collaborazione con la centrale operativa della polizia hanno arrestato 7 persone, in Piemonte, con l’accusa di turbativa d’asta aggravata dalle modalità mafiose e di intestazione fittizia di beni. L’accusa di turbativa d’asta (realizzata per agevolare un locale di Volpiano, paese a pochi chilometri da Torino) è aggravata dalle modalità mafiose e dall’intestazione fittizia di beni. Nell’ambito dell’operazione sono stati sequestrati numerosi beni.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail