Camorra: sequestrati beni per 50 milioni al clan Mallardo

Bad brothers 2: operazione della Guardia di Finanza di Roma nel Lazio, in Campania, in Sicilia e Calabria.

Clan Mallardo sequestro beni

Beni per 50 milioni di euro sono stati sequestrati questa mattina a presunti appartenenti al clan di camorra Mallardo dai finanzieri del nucleo di polizia tributaria di Roma. L’operazione, nome in codice Bad brothers 2, ha visto l’impiego di 100 militari nel Lazio, in Campania, Sicilia e Calabria. Tra i beni oggetto del provvedimento di sequestro preventivo concessionarie di auto, centinaia di immobili e uno stabilimento balneare.

Il clan Mallardo, con base a Giugliano (NA) e ritenuto affiliato al clan dei Casalesi, secondo le indagini avrebbe impiegato in aziende pulite i proventi frutto delle attività criminali classiche di una organizzazione di tipo mafioso. E dalla Campania sarebbe riuscito a estendere i suoi interessi fino in Emilia Romagna.

Nel Lazio il riciclaggio di capitali illeciti in attività legali è avvenuto a Latina, Fondi e Formia, dove i clan campani hanno da tempo messo le tende, infiltrandosi nel tessuto economico.

Neanche un mese fa, il 19 giugno, altri 65 milioni di euro di beni riconducibili secondo gli investigatori al clan Mallardo erano finiti sotto chiave. Un impero fatto di quote societarie, alberghi, ristoranti, concessionarie di auto, immobili, e che in meno di 30 giorni ha subito un doppio colpo.

  • shares
  • Mail