Peculato in regione Campania: indagati 53 consiglieri

53 persone tra consiglieri ed ex consiglieri della regione Campania sono stati indagati dalla Procura di Napoli per truffa e peculato.

Sono ben 53 le persone indagate dalla Procura di Napoli nell'ambito di un'inchiesta sul presunto uso improprio dei fondi corrisposti a gruppi consiliari o a singoli consiglieri. 53 persone tra consiglieri ed ex consiglieri della regione Campania indagati per truffa e peculato.

L'inchiesta riguarda fatti avvenuti tra il 2010 e il 2012 ed è relativa a rimborsi che ammonterebbero a 2,5 milioni di euro. Gli indagati, secondo l'accusa, si sarebbero appropriati delle somme, ma non le avrebbero utilizzate per le spese legate all'attività istituzionale.

L'iscrizione nel registro degli indagati, lo fa sapere la Procura di Napoli, è un atto dovuto per permettere di fare chiarezza sulle eventuali responsabilità. Gli indagati saranno chiamati a rispondere alle domande degli inquirenti e dovranno chiarire come hanno utilizzato il denaro ricevuto, soprattutto nei casi di cui non esiste alcuna ricevuta ufficiale, non prevista dall'erogazione dei fondi.

L'inchiesta è stata coordinata dal procuratore aggiunto Francesco Greco e svolta dal pm Giancarlo Novelli, che si è concentrato sull'utilizzo del "Fondo per il funzionamento dei gruppi regionali", utilizzato per gli scopi più disparati, da salati conti del ristorante a figli e parenti.

Coinvolti praticamente tutti i principali gruppi politici italiani, dal PD al PDL, passando per Udeur e Udc.

  • shares
  • Mail