'Ndrangheta, estorsioni e usura nel clan Gallace-Gallelli: 25 arresti

E' stata fatta luce anche su un episodio estorsivo ai danni di una ditta emiliana impegnata nei lavori del porto di Badolato.

E' scattata all'alba un'importante operazione dei carabinieri e della polizia di Catanzaro contro la cosca della 'ndrangheta dei Gallace-Gallelli, attiva tra i comuni di Guardavalle e Badolato, nel Basso Ionio.

I militari hanno eseguito 25 ordinanze di custodia cautelare emesse dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro nei confronti di altrettanti soggetti, tra capi e gregari, ritenuti vicini alle due famiglie mafiose.

L'attività investigativa ha permesso di accertare episodi di estorsioni e usura ai danni delle ditte del posto. Tra gli altri è stata fatta luce anche su un caso di estorsione compiuta nei confronti di una ditta emiliana impegnata nei lavori di costruzione del porto di Badolato, in provincia di Catanzaro.

I 25 indagati sono accusati a vario titolo di associazione per delinquere di stampo mafioso, estorsioni, usura, traffico di stupefacenti e traffico di armi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail