Femminicidio a Cuneo: Michele Bambino ha ucciso l'ex moglie Marta Forlani

Alla base del delitto sembra ci fossero motivi economici. La donna è stata uccisa a colpi di pistola dall'ex marito.

Ancora un femminicidio in Italia, l'ennesimo delitto compiuto da un uomo che non è stato capace di accettare le conseguenze della fine del suo matrimonio. Michele Bambino, 59enne titolare di un'azienda di autotrasporti, ha ucciso l'ex moglie Marta Forlani e l'ha uccisa a colpi di pistola davanti a tre sue amiche che in quel momento erano passate a trovarla.

E' accaduto a Bra, in provincia di Cuneo. L'uomo, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, ieri pomeriggio si è recato a casa dell'ex moglie per dei chiarimenti e, di fronte al suo rifiuto, l'ha aggredita con un pugno. Poi, complice anche la presenza di tre amiche della donna, si è allontanato. Nessuno poteva immaginare cosa sarebbe successo da lì a breve.

Bambino è tornato poco dopo armato di una pistola Beretta, risultata rubata nel 2006, e ha esploso diversi colpi contro la donna, uccidendola sul colpo. Poi ha preso il telefono, ha allertato la polizia e si è seduto davanti all'abitazione dell'ex moglie in attesa di essere arrestato.

La coppia, fanno sapere le forze dell'ordine, era separata ormai da cinque anni e aveva due figlie di 20 e 23 anni. Il motivo del delitto, secondo l'ultima ricostruzione, sarebbe legato a questioni finanziarie che erano seguite alla separazione.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail