Martano: omicidio Bianco, due arresti

Arrestati un 27enne e un 53enne per l'omicidio del sorvegliato speciale Massimo Bianco. Erano in rapporti di lavoro con la vittima.

Due persone sono finite in manette ieri pomeriggio accusate dell'omicidio di Massimo Bianco, il 42enne sorvegliato speciale di Martano (Lecce) il cui cadavere carbonizzato venne rinvenuto nelle campagne tra Borgagne e Carpignano Salentino il 27 giugno. I carabinieri hanno arrestato Antonio Zacheo, di 27 anni, e Antonio Gabrieli, 53, tutti e due di Martano e in rapporti di lavoro con la vittima.

Il primo era socio di Bianco in una ditta che commercializza materiale edile, Gabrieli è un dipendente della stessa ditta. Sono accusati di omicidio e distruzione di cadavere in concorso e porto illegale di arma da fuoco.

Sul movente dell’efferato omicidio - Bianco sarebbe stato ucciso con un colpo di pistola alla testa e poi dato alle fiamme - non è stata fatta ancora chiarezza.

Martano: sorvergliato speciale ucciso e dato alle fiamme


29/06/2013

- Era scomparso da casa due giorni fa, oggi pomeriggio il corpo carbonizzato di un sorvegliato speciale è stato rinvenuto dai carabinieri in un uliveto alla periferia di Martano, centro di 9mila abitanti, nel leccese. La vittima è stata identificata in Massimo Bianco, di 41 anni.

L’uomo sarebbe stato ucciso con un colpo di arma da fuoco alla testa, poi il killer ha dato alle fiamme il cadavere nel tentativo di cancellare ogni possibile traccia.

Un’esecuzione in piena regola sui cui ora indagano i militari dell’Arma della compagnia di Maglie e del reparto operativo del comando provinciale coordinati dal sostituto procuratore della Repubblica di Lecce Antonio De Donno.

A scoprire il cadavere carbonizzato dell'uomo sono stati i proprietari di un podere, scrive la Repubblica Bari, che hanno poi dato l'allarme. Gli investigatori stanno perlustrando tutta la zona, nei pressi del cimitero di Martano, a caccia di elementi utili per le indagini. Per ora nessuna ipotesi precisa sul movente dell'omicidio è stata formulata.

© Foto TMNews

  • shares
  • Mail