Napoli, agguato in strada: ucciso il pregiudicato Fosco Di Fusco

L'uomo è stato freddato davanti alla sua abitazione. Gli inquirenti ritengono che la vittima fosse vicina al clan Lago di Pianura.

I killer sono tornati in azione a Napoli, a pochi giorni dall'ultimo agguato mortale e dall'ultima sparatoria in strada. Fosco Di Fusco, pregiudicato di 47 anni, è stato ucciso a colpi di pistola davanti alla sua abitazione di via Cannavino, in zona Pianura, da due sicari che quasi certamente la vittima conosceva.

E' accaduto nel tardo pomeriggio di ieri. L'uomo, ritenuto vicino al clan Lago di Pianura e già finito in manette per droga, l'ultima volta nel 2012 per evasione dagli arresti domiciliari, si trovava in casa quando i killer sono entrati in azione. I due, non ancora identificati, l'hanno chiamato al citofono e non appena Di Fusco è uscito in strada sono entrati in azione, crivellando la vittima di colpi e uccidendola in pochi istanti.

I due assassini sono poi fuggiti a bordo di uno scooter così come erano arrivati, facendo perdere le proprie tracce. La dinamica dell'esecuzione, di chiaro stampo mafioso, fa pensare che l'uomo conoscesse i suoi assassini, tanto da scendere in strada per incontrarli.

Gli inquirenti, proprio per questo particolare, si stanno concentrando sulle frequentazioni dell'uomo e sulle sue ultime ore di vita, nella speranza che i contatti coi due killer non si siano limitati soltanto a rispondere al citofono.

Del caso si stanno occupando gli agenti del commissariato di polizia Pianura e i colleghi della sezione omicidi della Mobile.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail