Napoli: spari in Piazza Mercato, scontro tra clan della camorra

I colpi sono stati esplosi da due uomini in scooter. L'agguato di natura camorristica.

Nel centro storico di Napoli, in Piazza Mercato, c'è stata una sparatoria che ha coinvolto due persone e almeno una è rimasta ferita gravemente e trasportata all'ospedale Loreto Mare.

L'uomo che è rimasto ferito più gravemente si chiama Vincenzo Papi e ha 30 anni. È stato sottoposto a un intervento chirurgico, ma non è in pericolo di vita.
L'altra persona coinvolta nella sparatoria si chiama Giuseppe Persico, di 31 anni, ha riportato una ferita leggera al gomito.

Secondo prime indiscrezioni su quanto accaduto tra vico Sopramuro e Piazza Mercato, i due sono stati colpiti, mentre camminavano, dagli spari esplosi da due uomini a bordo di uno scooter, ma non è stato ancora chiarito se fossero insieme o meno.
Sia Papi sia Vico hanno dei precedenti e sono già noti alle forze dell'ordine. Vincenzo Papi, nonostante la gravità della sua situazione a causa della ferita all'addome, è riuscito a raggiungere da solo l'ospedale a bordo del suo scooter, mentre Persico è stato portato in ambulanza.

L'agguato sarebbe di natura camorristica e sul luogo in cui è avvenuto la polizia ha trovato cinque bossoli calibro 7.65 e una pistola di marca tedesca dalla matrice abrasa. Papi appartiene al clan che porta il suo stesso cognome, mentre Persico farebbe parte del clan Mazzarella. Secondo gli investigatori i Papi e i Mazzarella sono legati tra loro.

  • shares
  • Mail