Roma, gioco erotico finito in tragedia: Federica si è svegliata dal coma, già sentita dal pm

Soter Mulè

Dopo una settimana si è svegliata ed ha iniziato a parlare. Lei, Federica, è la 23enne finita in coma sabato scorso dopo aver preso parte al gioco erotico che è costato la vita alla 24enne Paola Caputo e che ha portato all'arresto dell'ingegnere romano Soter Mulè.

Delle sue condizioni di salute si sa ancora poco: i medici confermano lo stato di amnesia e, stando a quanto rivela Il Messaggero, i suoi ricordi sarebbero fermi al 22 luglio scorso, quando era appena tornata da un viaggio in Tunisia.

La giovane è stata subito sentita dal pm Maria Letizia Golfieri, ma le sue risposte, a causa dell'amnesia, sono state vaghe e piene di lacune.

Federica, ancora ricoverata in prognosi riservata, dovrebbe essere nuovamente interrogata nel corso dei prossimi giorni.

La sua versione di quanto accaduto quella sera, infatti, potrebbe far mutare la posizione di Soter Mulè, ora ai domiciliari, e fare ulteriore chiarezza sulla morte di Paola.

Non è escluso, come dicevamo giorni fa, che il pm decida di attribuire qualche responsabilità alla stessa Paola, che ha partecipato ad un gioco erotico poi rivelatosi letale.

Via | Il Messaggero

  • shares
  • Mail