Santa Maria di Sala, omicidio: Franco Manzato uccide la moglie Elena Para


Era finito in carcere nel 2000 per il tentato omicidio della prima moglie. Ieri è stato arrestato con l’accusa di aver ucciso la seconda. Franco Manzato, autista di 48 anni, è stato fermato ieri pomeriggio dalla polizia stradale: camminava a piedi con i vestiti insanguinati lungo l'autostrada A4, all'altezza di Portogruaro. Era in stato confusionale, sul corpo tagli ed ecchimosi.

«Ho ammazzato mia moglie» avrebbe ammesso in ospedale l’uomo prima di indicare il suo domicilio, in una frazione di Santa Maria di Sala (Venezia). Qui gli uomini delle Volanti e della Squadra mobile della polizia hanno trovato, disteso sul letto, il corpo senza vita di Elena Para, 35 anni, di origine moldava. La donna è stata sgozzata, probabilmente con un coltello da cucina.

Manzato è una vecchia conoscenza delle forze dell’ordine. Nel 1993, si legge sul Corriere del Veneto, era stato denunciato per truffa, nel 1998 per estorsione. Due anni dopo era stato arrestato per il tentato omicidio della prima moglie a Vigodarzere (Padova). Poi una denuncia per violazione dell'obbligo di dimora nel 2004 e una per danneggiamenti nel 2007.

Rimangono da chiarire l'esatta dinamica e il movente dell’omicidio. Il 48enne dopo aver detto dove abitava con la moglie non ha più aperto bocca e si trova piantonato nell’ospedale di Latisana (Udine) ancora in stato confusionale.

Via | Il Gazzettino

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: