Omicidio Sarah Scazzi, oggi l'udienza preliminare: Sabrina Misseri pronta a difendersi

Cosima_Sabrina

Si svolgerà oggi, davanti al gup del Tribunale di Taranto Pompeo Carriere, l'udienza preliminare del processo per l'omicidio di Sarah Scazzi, la 15enne uccisa ad Avetrana il 26 agosto dello scorso anno.

Tredici le persone per le quali è stato chiesto il rinvio a giudizio. Tra queste, ne abbiamo parlato spesso in passato, ci sono le due presunte assassine: Sabrina Misseri e Cosima Serrano, rispettivamente cugina e zia della vittima.

La famiglia di Sarah - la madre Concetta, il padre Giacomo e il fratello Claudio - sarà presente in aula e si costituirà parte civile. Sarà presente anche Michele Misseri, accusato di concorso in soppressione di cadavere, furto aggravato e danneggiamento.

Ieri, in vista dell'udienza odierna, Sabrina Misseri ha incontrato in carcere i suoi legali, Franco Coppi e Nicola Marseglia, che l'hanno istruita su ciò che succederà oggi:

Sabrina è ben determinata a difendersi, non sarà passiva. L'ho incontrata per spiegarle quello che presumibilmente succederà domani in modo che sia partecipe di quello che accadrà. Sabrina è molto provata da quasi un anno di custodia cautelare, lei che si dichiara vittima di un'ingiustizia perché innocente, ma è ben determinata a difendersi, domani non sarà assolutamente passiva.

Sabrina, confermano i due legali, è determinata a difendersi e si è detta pronta a guardare negli occhi Concetta Serrano, madre di Sarah, e ribadire la sua innocenza.

L'udienza dovrebbe iniziare a momenti, vi aggiorneremo nel corso della giornata.

  • shares
  • Mail