Omicidio Sarah Scazzi, pochi giorni all'udienza preliminare. La mamma: "voglio sapere tutta la verità sulla morte di mia figlia"

ConcettaSerrano

E' passato esattamente un anno dall'omicidio di Sarah Scazzi, la 15enne uccisa ad Avetrana, secondo la Procura, dalla zia Cosima Serrano e dalla cugina Sabrina Misseri.

A pochi giorni dall'inizio del processo - l'udienza preliminare si terrà lunedì 29 agosto - la signora Concetta Serrano, madre di Sarah e sorella della presunta assassina, ha deciso di rompere il silenzio in cui si era chiusa in queste ultime settimane ed ha concesso un'intervista al quotidiano La Repubblica.

Il processo deve portare a galla tutta la verità. Davanti ai giudici verranno accertate le colpe di ognuno di loro. Ed io voglio sapere tutta la verità sulla morte di mia figlia. A questo servirà il processo, a comprendere tutto quello che è accaduto quel pomeriggio.



Concetta ha intenzione di seguire tutte le udienze e di essere pronta a guardare gli imputati, i suoi parenti, negli occhi:

Di certo non mi fanno paura. Oramai ho imparato a conoscerli, insieme alle loro bugie. [...] Quella gente è stata in grado di calpestare sentimenti nobili. Mia figlia li amava e loro l'hanno ripagata uccidendola.

Vi ricordiamo che le persone per le quali è stato chiesto il rinvio a giudizio sono ben 13:

Michele Misseri, del 57 anni, zio di Sarah; la moglie Cosima Serrano, di 56 anni e la figlia Sabrina Misseri, di 23 anni, entrambe detenute; Carmine Misseri, di 55 anni, fratello di Michele; Cosimo Cosma, di 34 anni, nipote di Michele Misseri; gli avvocati Gianluca Mongelli, di 38 anni, Vito Russo, di 38 anni, Emilia Velletri, di 41 anni, moglie di Russo (questi ultimi due ex difensori di Sabrina Misseri) e Francesco De Cristofaro, di 45 anni, attuale difensore di Michele Misseri; i cognati del fioraio Giovanni Buccolieri, Anna Scredo, di 39 anni e il marito Antonio Colazzo, anche lui 39enne; la suocera di Buccolieri, Cosima Prudenzano, di 50 anni; Giuseppe Nigro37 anni, parente del fioraio.

L'udienza preliminare si terrà lunedì 29 agosto davanti al gup del tribunale di Taranto.

  • shares
  • Mail