'Ndrangheta, riciclaggio: 10 arresti cosca Mancuso in operazione Decollo Money


Dieci presunti appartenenti alla cosca di ‘ndrangheta Mancuso di Vibo Valentia sono stati arrestati questa mattina nell'operazione denominata Decollo Money. Sono accusati a vario titolo di riciclaggio e reimpiego del denaro frutto del narcotraffico. Si parla anche di "consistenti rapporti bancari" da parte di alcuni degli indagati con un istituto di credito di San Marino.

Gli arresti sono stati eseguiti dai carabinieri in varie regioni italiane: Calabria, Lazio, Umbria, Liguria, Emilia Romagna. La cosca Mancuso secondo i carabinieri del Ros ha “enormi interessi” nel narcotraffico internazionale, che sarebbe stato in particolare gestito da Vincenzo Barbieri, ritenuto dagli inquirenti un esponente di rilievo della cosca, ucciso a San Calogero nel marzo scorso.

Proprio dalle indagini sull’omicidio è stato ricostruito il circuito di riciclaggio usato dal clan per “lavare” e reimpiegare il denaro proveniente dal narcotraffico. Tra giugno e luglio alla cosca sono stati sequestrati e confiscati beni per 66 milioni di euro. Gli ordini di arresto sono stati emessi dal Tribunale di Catanzaro su richiesta della Procura distrettuale Antimafia.

  • shares
  • Mail