Canicattì, è morto Calogero Giardina: l'aggressore 17enne sarà accusato di omicidio volontario

Calogero Giardina

Calogero Giardina non ce l'ha fatta. Il 24enne di Canicattì, colpito in testa con un cacciavite nel corso di una lite avvenuta il 17 luglio scorso, è deceduto questa mattina nel reparto di Rianimazione dell'ospedale di Sciacca.

Giardina, ne abbiamo parlato nei giorni scorsi, era stato aggredito da un ragazzino di 17 anni perchè aveva iniziato a frequentare la sua ex fidanzata. Tanto è bastato per scatenare nel minorenne la voglia di vendetta.

Lui, finito in manette poche ore dopo l'aggressione con l'accusa di tentato omicidio, ora dovrà rispondere alla ben più grave accusa di omicidio volontario.

Col giovane sono finiti in manette altri due ragazzi, due suoi complici, si sarebbero limitati a nascondere il cacciavite ancora sporco di sangue e la maglietta indossata dall'aggressore quella sera. Per loro l'accusa è di favoreggiamento.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: