UK: l'adolescente Joshua Davies uccise la sua fidanzata per una scommessa. Rischia il carcere a vita

Rebecca Aylward e Joshua Davies

Sarà quasi certamente condannato al carcere a vita il 16enne inglese Joshua Davies, giudicato colpevole ieri dell'omicidio della fidanzata Rebecca Aylward, uccisa con una grossa roccia nell'ottobre 2010 a Aberkenfig, paesino del Galles.

La cosa più agghiacciante in questa vicenda è che il delitto è stato commesso per una sorta di scommessa tra Davies e un suo amico. I due, è emerso ieri in Tribunale, si divertivano a scherzare sul fatto che Davies avrebbe potuto uccidere Rebecca, sua fidanzata tira e molla da mesi, per puro divertimento.

Davies, di punto in bianco, decise di realizzare quelli che fino a quel momento erano stati soltanto discorsi campati in aria. E comunicò quell'intenzione al suo amico, via sms: "Cosa faresti se la uccidessi d'avvero?". Lui rispose: "Ti offrirei la colazione".

Due giorni prima del delitto, un nuovo sms: "Non dire nulla, ma presto forse sarai costretto ad offrirmi la colazione".

Poi l'omicidio, avvenuto in un bosco poco distante da Aberkenfig. Davies, con la scusa di parlare della loro relazione, invitò Rebecca a casa sua. Lei, che stando a quanto hanno rivelato i suoi parenti stravedeva per il giovane, non ci ha pensato due volte e si è fatta accompagnare lì in automobile dalla zia.

Davies, dopo aver creato un falso profilo su Facebook con l'intento di creare un alibi, ha portato la giovane nel bosco e l'ha massacrata con una pietra grande come una palla da rugby.

Il sadico adolescente, che all'epoca aveva 15 anni, ha poi avvertito l'amico che, prontamente, ha risposto così: "E' il miglior messaggio che ho mai ricevuto. Davvero, se è vero sarò felice di pagarti la colazione. Voglio tutti i dettagli, sadico bastardo!"

E così i due, insieme a qualche altro amico, si sono ritrovati in un locale per commentare insieme l'omicidio: "Ho provato a romperle il collo, ma lei ha iniziato a gridare. A quel punto ho preso la roccia. La parte peggiore è stata sentire e vedere il suo teschio rompersi".

Ieri Davies, dopo circa 3 giorni di camera di consiglio, è stato giudicato colpevole da 10 giurati su 12. La sentenza sarà emessa nel corso dei prossimi giorni e, secondo le previsioni, sarà particolarmente dura.

Via | Mirror

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: