Roma, omicidio: Simone Colaneri ucciso in un agguato a Primavalle


Un altro omicidio a Roma: a distanza di 22 giorni dall’uccisione di Flavio Simmi, ieri in zona Primavalle è rimasto vittima di un agguato il 30enne Simone Colaneri, pregiudicato per droga e rapina. Contro l’uomo, che era a piedi, sarebbero stati esplosi 4 colpi di pistola magnum 44 calibro 12.

Ricoverato al San Filippo Neri, il 30enne è morto poco dopo il suo arrivo in ospedale, per le conseguenze della rottura di un'arteria all'inguine. Colaneri martedì avrebbe avuto alcune discussioni nel quartiere Primavalle, anche in una pizzeria vicino casa sua, ed era stato sottoposto a un trattamento sanitario obbligatorio dopo che qualcuno lo aveva visto aggirarsi armato di coltello. Sull'agguato indaga la squadra mobile.

Il dieci luglio al Tiburtino in un altro agguato era rimasto ferito a colpi di pistola un pregiudicato romano. Il segretario del Pd Roma Marco Miccoli commentando la situazione ha detto: "I romani sono davvero preoccupati. Oggi l’ennesima sparatoria in città, con un uomo ucciso in strada in pieno pomeriggio, a Primavalle."

E ancora "Sembra il far west, e invece siamo nella Capitale targata Alemanno Chiediamo al sindaco e al ministro Maroni di spiegare cosa sta succedendo in una Roma che dà l’impressione di essere in mano a bande criminali e dove certi spudorati episodi di violenza non si vedevano dagli anni ’70. Un sindaco e un governo che hanno vinto le elezioni sulla sicurezza devono rendere conto ai cittadini del fallimento totale delle loro politiche".

Pronta la risposta del sindaco Gianni Alemanno: "Non credo al far west. La questura di Roma tende ad escludere l'ipotesi di scontro fra bande criminali". "Si avalla più l'ipotesi di qualche sgarro legato a un conflitto personale. La persona uccisa, infatti, sembra fosse molto aggressiva. Non si tratta dunque di criminalità organizzata o di alto livello".

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: