Omicidio Carmela Melania Rea, i pm: "Parolisi ha ucciso perché finito in un imbuto"

dinamica omicidio Melania Rea

Salvatore Parolisi ha ucciso perchè si era messo in una "sorta di terribile imbuto" dal quale sembrava impossibile uscire. Ne sono certi i magistrati che, ne parlavamo anche ieri, ne hanno chiesto l'arresto per omicidio volontario pluriaggravato e vilipendio di cadavere.

La chiave del delitto, si legge nell'ordinanza di custodia cautelare, sarebbe proprio la soldatessa Ludovica, con la quale Salvatore Parolisi aveva una relazione da circa due anni e per la quale avrebbe voluto lasciare la moglie Carmela Melania Rea.

La settimana di Pasqua, per Parolisi, stava diventando un inferno: da un lato aveva assicurato a Ludovica di aver già parlato con Melania e la sua famiglia della separazione e le aveva promesso che, il 23 aprile, l'avrebbe raggiunta ad Amalfi per conoscere i suoi genitori. Dall'altra la consapevolezza di non aver ancora detto nulla.

I giorni passavano e lui già martedì 19 doveva partire con moglie e figlia per le vacanze pasquali; e proprio in quelle vacanze doveva definitivamente lasciare la moglie e recarsi ad Amalfi per passare dei giorni con Ludovica e conoscerne i genitori, come aveva promesso a Ludovica, e iniziare stabilmente una storia con lei.

E, sempre dall'ordinanza:

Si tenga ancora conto che Melania era una donna non disposta a cedere facilmente: si era già dimostrata volitiva e di carattere nell'affrontare direttamente Ludovica al telefono per due volte quando aveva casualmente scoperto il tradimento del marito; ne aveva sofferto, era stata dura col marito prima di perdonarlo, aveva avuto la forza e il carattere di parlare direttamente con l'altra, anche minacciandola di spaccarle la faccia. In questo ambito può essere attendibilmente trovato il movente dell'omicidio. Una situazione senza uscita venutasi a creare e a convergere proprio in quei giorni: la promessa forte a Ludovica che ormai la separazione con Melania era cosa fatta e che già il 23 aprile (se non il 21) sarebbe andato ad Amalfi a trovarla e a presentarsi ai suoi genitori...; le pressioni stringenti di Ludovica che ormai non ammettevano scuse o ragioni...;... la consapevolezza invece di non aver ancora detto e fatto nulla per la separazione ...; la necessità di doverlo fare e di non poter più rimandare la cosa; l'aver infine parlato della cosa con Melania proprio il 18 aprile, e la reazione di costei, che già sulla storia di Ludovica si era arrabbiata, era stata dura e aveva perdonato (il possibile lancio dell'anello di fidanzamento durante la lite: anello rinvenuto sfilato sul luogo del delitto); la rabbia e la reazione incontrollata di lui e l'omicidio.

E' interessante, a questo proposito, leggere i messaggi che i due si scambiarono tramite Facebook nei giorni precedenti al delitto, quei messaggi cancellati e recuperati dagli inquirenti tramite rogatoria internazionale.

12 marzo 2011, Ludovica scrive:

Amoru mi sei sembrato un po vago in quest'ultimo messaggio.. parli di cose che sappiamo da tempo ma senza dirmi se hai fatto realmente e concretamente qualcosa.. lo so che basta la tua convinzione.. devi fare le tue valigie e andartene e cominciare ad avviare la cosa in maniera legale..senza se.. senza ma.. senza altro tempo.. sono passati 2 anni direi che sono anche troppi.. io spero che tu stia già parlando e stia già chiudendo tutto.. poi se vuoi stare con me bene.. altrimenti io nn voglio proprio sentire la parola.. 'ancora un pochino di pazienza', non esiste.. non devi ammazzare nessuno.. devi lasciare una persona che non ami e con cui non stai più bene da una vita.. non è difficile da far capire.. sempre poi se si ha il carattere per farlo ovviamente.

15 marzo 2011, Salvatore Parolisi, tramite il profilo Vecio Alpino (cancellato il 19 aprile, il giorno dopo l'omicidio di Melania), scrive:

Amoruccio mio nn devi stare in ansia io ho quasi risolto tutto ho trovato anche un accordo con lei e le cose stanno andando per il verso giusto mi serve solo un altro po di tempo sicuramente non riuscirò ad essere li da te questa settimana ma ti garantisco che ormai è fatta noi potremmo presto coronare i nostri sogni.

15 marzo 2011, Ludovica scrive:

Io non ti credo piu!!!!! mi avevi giurato che saresti venuto!!!!! che ci saremmo visti visto che sono due mesi.. io ti odio per tutto quello che sto soffrendo per colpa tua!... ma quali sogni? ma cosa vuoi coronare? la nostra storia è uno schifo! nn sei stato capace di darmi un minimooooooo! che ti costava andartene! cosa rimani a fare? cosa risolvi in un fine settimana? che c'è ancora da dire da parlare? ti separi? bene! ci pensano gli avvocati a iniziare le pratiche!e tu invece nooooo continui a stare. Mi viene la rabbia solo a leggerla quella frase.. "manca poco.." ma cosa???????? me lo stai dicendo d mesi!!!!!! e nn sei stato capace neanche di liberarti per questo fine settimana.. e stiamo al 17marzo!!!!!!! ripetermi che mi fai schifo è poco!!!!!! ti avevo giurato che se nn venivi dopo tutto il tempo che ti ho dato x me finiva qui.. e cosi è! perché a differenza tua quando faccio una promessa io la mantengo! la corda la stai tirando da troppo tempo..e quando si ama davvero non ci si comporta in questo modo!sei l'ennesimo fallimento... il peggiore di tutti.. e ti giuro sulla mia vita che stavolta io nn torno indietro.. le stronzate valle a raccontare a qualcun'altra.. io sono satura e finita..

16 marzo 2011, Parolisi risponde:

sei la mia vita e tu lo sai sono stato uno stronzo... il discorso non è quello di aver fatto o non fatto poco o tanto il problema è che io o sbagliato tutto e quindi ho portato anche me stesso all'esasperazione e adesso mi va bene tutto hai ragione quando mi dici che bastava fare le valigie e tutto finisce ma non è proprio cosi i legali sono dei pezzi di merda per non dire i giudici o di chi ha fatto questo schifo di legge del cazzo che sono tutte per la donna e nessuna per l'uomo.... mi tocca dagli anche altri soldi che tu sai che mi dovevano arrivare e ci sono visto la comunione dei beni che ho fatto...... in piu non cè l'immediatezza di accettarlo da parete sua quindi dovrò pure accudirla fino alla separazione sempre se poi lei accetterebbe allora ho abbassato la tesya ed ho trovato un accordo con lei molto piu tranquillo..... e sopratutto conveniente anche per il mio futuro con te perche tu sarai con me che ti piaccia o no.

16 marzo 2011, Ludovica replica:

A me nn me ne frega niente nè dei soldi nè degli accordi nè della legge che tu e il tuo avvocato nemmeno conoscete xkè tu nn gli devi una lira ed ora che questa si trovi un lavoro! o tu te ne vai di casa subito o è finita per sempre basta nn ci sono alternative. [...] Lo so che mi ami... xò non chiedermi di capire o di accettare altre proroghe.. spero che tu abbia detto chiaramente al padre che questa settimana se ne devono andare... ieri ho anche litigato con mia mamma per te... per la questione di amalfi.. xkè lei nn crede che tu alla fine venga e nn voleva prendere impegni o avvisare lilla per nulla.. poi te lo spiego... ma io gli ho giurato che tu saresti venuto... perciò spero che tu mi eviterai almeno questa figura di merda... xkè altrimenti veramente le nostre strade si dividerebbero senza scuse o ragioni che tengano..baci.

Salvatore Parolisi, ne parlavamo ieri, si trova in carcere. Le indagini, però, non sono ancora concluse: ora gli inquirenti della Procura di Teramo dovranno chiarire i punti ancora oscuri, come il Dna femminile trovato sotto l'unghia di Melania, che potrebbe significare il coinvolgimento di una seconda persona nell'omicidio.

Via | Il Gazzettino

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: