Germania: bevve il sangue di due giovani e li uccise. Carcere a vita per il vampiro killer Jan O

JanO_vampirekiller

Si è concluso con una condanna all'ergastolo il processo all'assassino tedesco Jan O., 26enne reo confesso del duplice omicidio avvenuto nel novembre scorso a Bodenfeld.

I giovani Nina e Tobias, rispettivamente di 14 e 13 anni, furono uccisi a cinque giorni di distanza. L'assassino, per sua stessa ammissione, ha bevuto il loro sangue e mangiato parte dei loro corpi mentre erano ancora in vita.

Il "vampire killer", così lo chiama la stampa tedesca, ha dichiarato che la sua intenzione iniziale era quella di stuprare la giovane vittima, ma la sua "tendenza vampiristica e cannibalistica" ebbe il sopravvento.

Ad un certo punto non volevo più violentarla. Volevo solo la carne e il sangue. Il suo sapore mi aveva dato dipendenza.

E così fece: bevve il suo sangue e mangiò parte del suo volto. Prima che il cadavere venne scoperto, il 26enne tornò più volte sul luogo del delitto, arrivando addirittura a filmarsi mentre giaceva al suo fianco.

Cinque giorni dopo la storia si ripetè col 13enne amico della prima vittima.

L'assassino è stato condannato dal tribunale di Goettingen al carcere a vita. In aggiunta il giudice ha stabilito per lui un trattamento psichiatrico obbligatorio.

Jan O., rivela la stampa locale, in futuro potrà essere rimesso in libertà solo se sarà giudicato sano da un gruppo di esperti. Per il momento, però, carcere a tempo indeterminato.

I legali del giovane hanno già fatto sapere che ricorrerrano in appello contro la decisione del tribunale.

Via | Focus.de

  • shares
  • Mail