Napoli: spari contro la volante della polizia a Ponticelli


Scontro a fuoco ieri sera al rione De Gasperi nel quartiere napoletano di Ponticelli dove una volante della polizia è stata raggiunta da alcuni colpi di arma da fuoco esplosi da malviventi a bordo di 4, 5 moto. Nessuna conseguenza per gli agenti che hanno risposto al fuoco. La sparatoria non ha causato feriti né da una parte né dall’altra.

L’ipotesi fatta dagli investigatori è che i malviventi stessero facendo da sentinelle a un summit di camorra: all’arrivo della volante avrebbero cercato di creare confusione per permettere la fuga dei boss. Il rione De Gasperi è considerato la roccaforte del clan Sarno. Il commento è del segretario generale regionale del sindacato di Polizia Coisp, Giuseppe Raimondi:


"Ormai gli operatori di polizia rischiano la vita, ogni giorno, in ogni circostanza, in ogni parte del Paese. Le provincie della Campania, Napoli e Caserta in particolare, non sono certamente isole felici questo tragico episodio evidenzia la presenza di una criminalità senza scrupoli che all'occorrenza non esita a ricorrere a metodi violenti, come dimostrato dal tragico episodio di questa sera. L'impiego dell'Esercito in Campania è solo una soluzione di immagine ma non di effettiva coercizione contro una criminalità sempre più spietata . Abbiamo più volte denunciato, attraverso i mass media, la carenza organica delle Questure più a rischio come Napoli e Caserta, e sempre più spesso ci siamo appellati ai rappresentanti locali, politici ed istituzionali, ma sembra che nessuno voglia seriamente affrontare l'argomento . Per altro, basta sfogliare un giornale locale, sia di Napoli che di Caserta, per rendersi conto dell'alta percentuale di criminalità diffusa tra tutto il territorio."

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail