Roma, omicidio pastore Sabatino D’Onofrio: un fermo


C’è un fermo per l’omicidio di Sabatino D’Onofrio, il pastore di 70 anni originario di Aragno (L’Aquila) ucciso due giorni fa a Roma in un'area rurale a Quarto Miglio.

Ad essere fermato dalla polizia nella giornata di ieri un cittadino romeno, Subtirelu Ioan Vasile, 45 anni. Secondo la ricostruzione degli investigatori avrebbe ucciso il pastore perché questi non gli aveva pagato il servizio di tosatura di alcune pecore.

D'Onofrio è stato ucciso con un oggetto contundente, forse un bastone. Le indagini continuano; il pm ha messo sotto sequestro la roulotte di D'Onofrio e una baracca in cui alloggiava il 45enne.

Via | Il Centro

  • shares
  • Mail