'Ndrangheta in Piemonte: 19 arresti ad Asti, Alessandria e Cuneo


Altra operazione contro l’infiltrazione della ‘ndrangheta in Piemonte. Sono 19 le persone arrestate dai carabinieri del Ros ad Asti, Alessandria e Cuneo. Gli indagati sono ritenuti elementi di spicco di alcune ‘ndrine calabresi e secondo le indagini avevano riprodotto nei centri del basso Piemonte interessati dal blitz le dinamiche associative proprie dei clan mafiosi calabresi, rituali di affiliazione compresi. I provvedimenti restrittivi sono stati emessi dal gip del Tribunale di Torino su richiesta della locale Dda.

L’ 8 giugno scorso l’operazione Minotauro aveva già assestato un duro colpo alla presenza delle cosche di ‘ndrangheta in Piemonte e in particolare nella provincia di Torino con 146 persone finite in carcere, cinque i latitanti. Tra i nomi degli arrestati anche quello dell’ex sindaco di Leinì Nevio Coral. L’uomo ritenuto dagli inquirenti "il biglietto da visita della 'ndrangheta a Torino", nei giorni scorsi di fonte al gip ha rigettato ogni accusa. ''Ha risposto alle domande e fornito la sua versione dei fatti, che e' del tutto incompatibile con la tesi accusatoria'', ha detto dopo l'interrogatorio di garanzia l'avvocato Roberto Macchia, legale dell'ex sindaco.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail