Melania Rea: relazione autopsia attesa settimana prossima. Inchiesta verso Teramo?

rea_carmela_melania

Le ultime indiscrezioni trapelate sull’autopsia confermerebbero le ipotesi degli investigatori: Carmela Melania Rea è stata uccisa nel Bosco delle Casermette di Ripe di Civitella, dove il cadavere della donna è stato trovato il 20 aprile scorso. L’inchiesta potrebbe quindi passare di mano, da Ascoli a Teramo.

"Abbiamo raccolto nuovi elementi sulla vicenda, legati in particolare a quanto accaduto il 18 aprile, con dei riscontri che ora sono al vaglio dei magistrati. Saranno loro a decidere, confrontandoli agli elementi precedentemente verificati, che cosa fare e in quale direzione agire".

Così il comandante provinciale dei carabinieri di Ascoli, colonnello Alessandro Patrizio che ha escluso la pista omicidio occasionale e quella del "mostro". Il 18 aprile è evidentemente la chiave del giallo per gli investigatori.

Il marito di Melania, il caporalmaggiore dell’esercito Salvatore Parolisi - istruttore di reclute femminili al 235° Reggimento Piceno - ha raccontato che quel pomeriggio Melania è scomparsa dal pianoro di Colle San Marco (Ascoli). Un testimone un mese dopo aveva detto di averla vista lì, ma per gli inquirenti è inattendibile; altre persone presenti sul Colle quel giorno non ricordano di aver notato la donna in compagnia del marito e della figlia piccola.

Parolisi non è indagato. È stato sentito più volte quale parte lesa, persona informata sui fatti; «scarsamente informata sui fatti» secondo il pm Renzi. Dalla procura - scrive Il Resto Del Carlino - vogliono anche sapere se le soldatesse Ludovica (con cui Parolisi ha confessato di aver avuto una relazione) e Laura Titta si conoscessero e in che rapporti fossero eventualmente.

Laura Titta è la 25enne arrestata nella caserma di Ascoli Piceno la settimana scorsa con l’accusa di favoreggiamento ad alcuni boss dei Casalesi. Nulla viene tralasciato dagli inquirenti, ma tutto è ancora da verificare e valutare a partire dell’attinenza con il caso Rea che potrebbe avere una eventuale conoscenza tra le due soldatesse. E a due mesi esatti di distanza dal ritrovamento del corpo di Melania non c’è ancora nessun indagato.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: